baustelle

Come volute di fumo d’incenso illuminate da una candela.

Come impigliarsi d’improvviso in una ragnatela scendendo in cantina.

Come esser incerti tra il sogno e la veglia e veder irromper nella penombra una banda di mariachi.

Come camminare in un diorama, girare l’angolo e ritrovarsi nell’81.

Come – in mezzo a un western – imbattersi in un sabba.

Ma non cupo e nero come ti saresti aspettato. Armonioso e poetico invece.

Coi colori degli ultimi e dei primi minuti del giorno, in quel tempo sospeso.

Grazie.

(Baustelle Fantasma Tour, Montecatini Terme, 4 Maggio 2013)

Comment now!
















Trackbacks