Se tutto il mondo mi ascoltasse 5 minuti gli leggerei questo:

“Ci sono soltanto due eventi nel mondo: quello che era in esistenza prima che la coscienza cominciasse ad affermarsi e che è ora e sempre sarà; e le cose sulle quali l’umanità ha pensato e penserà.

Quello che era prima che la coscienza iniziasse, è eterno; quello che l’umanità pensa è mutevole e incostante. Quello che era prima che la coscienza cominciasse è Verità; quello che l’umanità pensa sia verità, è verità per essa. Quando la Legge della Verità giungerà alla coscienza, cancellerà tutto quello che l’umanità ha pensato erroneamente.

Mentre i secoli avanzano e aprono il velo della materialità tramite il processo dell’evoluzione, nella mente dell’umanità giungono pensieri che ritornano alla Verità o, come lo chiamano, al fatto cosmico originale; questi pensieri che riempiono la memoria del passato, fronteggiati dai fatti del presente e ombreggiati dalle profezie del futuro, si ergono decisamente sul sentiero della coscienza evolutiva dell’intera razza umana. Così essa viene ripetutamente richiamata al principio originale esistente. […] Così vediamo che la legge cosmica non permette mai alla vita di correre troppo per la tangente. Questa legge è sempre polarizzata in uguaglianza, equilibrio e armonia.

A dispetto degli idoli o dei credi essa raggrupperà la razza umana in una completa unione con la Realtà Assoluta. […]

Gli antichi ci dicono che ogni albero che la Creazione non ha piantato all’interno di noi verrà sradicato. Che rimangano soli, guide cieche del cieco.

Se il cieco guida un altro cieco, non cadranno entrambi nella stessa fossa?

Si sta rapidamente chiudendo il ciclo in cui i ciechi, dell’intera razza, hanno guidato i ciechi in un pozzo di ignoranza, superstizione e illusione, create da coloro che credono in ciò che gli esseri umani pensano, piuttosto che in quello che è vero e reale. La civilizzazione, nata sulle illusioni e sulle superstizioni degli ultimi secoli, sta sprofondando. Attraverso il dolore e la tragedia delle loro creazioni, delle quali gli uomini si sono malamente appropriati, la coscienza di una nuova razza è stata concepita e si sta velocemente evolvendo.

In effetti la porta si sta spalancando per questa nuova nascita. […]

L’opera è già compiuta. Centinaia di milioni di individui vengono liberati nel cuore, nell’anima, nel corpo e nell’istinto. Essi sono il vibrante pulsare di una razza innata che ritorna a essere l’erede delle epoche.”

(Tratto da Vita e insegnamenti dei Maestri del lontano oriente, di Blair T. Spalding, ed. Il punto d’incontro, pag. 278 e seguenti)

2 responses


Do you want to comment?

Comments RSS and TrackBack Identifier URI ?

Veramente niente male. Grazie fratello!

05/22/2012 20:44

Puoi ben dirlo fratello! Abbraccio

05/23/2012 09:29

Comment now!
















Trackbacks